(Ri)scoprire l'Amore

GR Discernimento in Liguria e Toscana

Discernere significa separare: il buono dal cattivo; la semola dalla farina con il setaccio; l'utile dall'inutile.
Il discernimento serve per comprendere la qualità dei nostri legami e dei nostri pensieri. Il discernimento serve soprattutto ad ascoltare lo Spirito Santo, distinguendolo da altre voci e mozioni interiori.
 
Questa è l’introduzione dei sussidi presentati ai ragazzi dai 18 anni in su che, da settembre a maggio, hanno preso parte al GR Discernimento, un cammino di fede proposto ai giovani desiderosi di conoscere il disegno che Dio ha su di loro.

Quest’anno sono nove i ragazzi provenienti da Liguria, Toscana ed Emilia Romagna che si sono ritrovati un weekend al mese nella casa FMA di La Spezia accompagnati da don Fabrizio sdb, don Michelangelo sdb, suor Nicoletta fma, suor Rebecca fma, suor Anna Maria fma, Francesco e Lucia per affrontare temi quali la guida spirituale, la preghiera, i sacramenti, gli stati di vita e i consigli evangelici.

Attraverso il confronto con la Parola di Dio e con persone che hanno già risposto alla chiamata, i “compiti a casa” (che danno continuità al cammino e danno il giusto compimento ad un lavoro che non avrebbe senso se si fermasse a momenti sporadici) e la partecipazione alla Santa Messa vissuti in allegria e fratellanza hanno potuto mettere il Signore al centro della loro vita, conoscere il Suo amore, la Sua presenza e rendersi conto  che veramente “la gioia è la più bella creatura uscita dalle mani di Dio dopo l’amore”, come diceva don Bosco.

“Molti di loro hanno detto di aver sperimentato come Dio agisce nella loro vita” ha detto don Fabrizio nell’omelia della S.Messa celebrata domenica 14 maggio a conclusione di quest’anno di cammino. È proprio con la certezza di questo amore che i ragazzi tornano a casa, felici e desiderosi di vivere in pienezza la loro vita, proprio come vuole Gesù.

di Maria Teresa Bozzano
 
Esci Home