Clacson e preghiere

Il Cairo - Rod El Farag

   È il secondo giorno di esperienza qui a Rod El Farag a Il Cairo per noi ragazzi del gruppo missionario del Movimento Giovanile Salesiano dell’Italia Centrale.

L’Istituto “Don Bosco” qui presente ospita la scuola professionale e tecnica in italiano quindi, in questo periodo, sono aperti a oltre 300 ragazzi (di 14-15-16 anni sia cristiani che musulmani) i corsi estivi di italiano che forniscono le basi della nostra lingua necessari appunto per la scuola. Inoltre il pomeriggio è aperto l’Oratorio a tutti i bambini e ragazzi cristiani. Il nostro incarico è duplice: la mattina ricopriamo il ruolo di insegnanti di italiano, affiancati a docenti egiziani, mentre il pomeriggio assistiamo i bambini dell’Oratorio. 
Tutto questo si svolge condividendo la vita con i salesiani della comunità, sia egiziani che italiani, che fin dal primo istante ci hanno regalato tanta accoglienza e un clima di famiglia. 
Nonostante la caoticità fuori le mura dell’Istituto (i clacson strombazzano tutta la notte) i ragazzi si presentano disciplinati. Sono molto curiosi, i loro occhi sono pieni di entusiasmo e riempiono di gioia i nostri cuori.
In Oratorio nessun bambino parla italiano, salvo qualche rara eccezione, ma basta un gesto accompagnato da un sorriso per farsi amici quei giovani. 
Intorno a Rod El Farag sono attive tre moschee e per cinque volte al giorno risuona dagli altoparlanti la preghiera islamica che, nonostante il volume, non sovrasta, ma si unisce alle nostre preghiere. In questi momenti è chiara e forte la presenza di Dio! 
Laura Giordano
 
Esci Home