La fedeltà di un incontro

Meeting MGS Italia Centrale 2017

 

È stata un’esperienza vera e viva di Chiesa giovane quella che hanno vissuto gli oltre 400 partecipanti al Meeting MGS dell’Italia Centrale che si è svolto a Roma, presso la casa salesiana del Pio XI, sabato 9 e Domenica 10 settembre.

Per il terzo anno il Movimento Giovanile Salesiano dell’Italia Centrale si è dato appuntamento alla conclusione delle numerose attività estive per ritrovarsi con gioia all’inizio del nuovo anno pastorale e per stringersi con affetto attorno a Marco Frecentese, suor Flavia Zuccoli e suor Valeria Bologna che nel pomeriggio di sabato 9 settembre hanno pronunciato il loro “si” al Signore con la Professione perpetua nella Congregazione salesiana e nell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice.

L’incontro dei giovani è iniziato nel primo pomeriggio, dopo un momento di accoglienza, con il lancio della proposta pastorale 2017-18: “Casa per molti, Madre per tutti. #nessunoescluso”. A conclusione di questo momento suor Angela Maria Maccioni, ispettrice dell’Ispettoria Romana delle Figlie di Maria Ausiliatrice, ha introdotto i giovani al momento centrale del Meeting: la celebrazione eucaristica con le professioni perpetue di Marco, Flavia e Valeria. Quindi la celebrazione, sentita, curata e vissuta profondamente da tutti i partecipanti.

Dopo la celebrazione la cena per tutti i partecipanti e nella serata si è scatenata una battaglia piratesca alla conquista delle ambite isole delle attività estive fino ad arrivare alla mitica “iccisola”. La buonanotte di don Michelangelo Dessì, che saluta i giovani a conclusione del suo servizio di Animatore vocazionale e missionario della ICC, ha accompagnato i giovani verso il riposo.

La Domenica, nonostante il maltempo annunciato e arrivato, i giovani, divisi in sei gruppi hanno ascoltato e interagito con le testimonianze di vocazione dei giovani neo-professi temporanei e di tre professi “stagionati”: don Gianluigi nei suoi 50 anni di professione; don Giovanni e suor Francesca nei loro 70 anni di professione religiosa.

Ultimo momento è stato il confronto a gruppi di provenienza tra i giovani sulla scorta di due provocazioni: quale esperienza di Chiesa è emersa dalle testimonianze ascoltate e, dunque, quale esperienza di Chiesa siamo chiamati a costruire come cristiani? E poi, quale aspetto della fedeltà è emerso nelle testimonianze dei religiosi più anziani che ci fa riflettere e ci sfida?

La parola di saluto dell’Ispettore don Leonardo, i dovuti ringraziamenti a chi si è adoperato per la buona riuscita dell’incontro e il rilancio di alcuni appuntamenti dell’anno hanno concluso il Meeting.

Buon anno pastorale a tutti…. #nessunoescluso!

 
 
Salva Segnala Stampa Esci Home