ROMA BORGO DON BOSCO, PISCHELLI IN PARADISO

Storie di fatica per continuare a vivere con dignità e in libertà sognando un futuro diverso.

E’ stato presentato nel pomeriggio di mercoledì 31 gennaio, Festa di San Giovanni Bosco, il libro Pischelli in Paradiso: titolo già noto, perché analogo libro fu pubblicato nel 2000 da Don Alfonso Alfano, fondatore del Centro minori.

Anche questa edizione, curata da Luca Kocci, raccoglie 17 storie: 5 sono riprese dalla precedente edizione, e 12 sono state curate da operatori ed operatrici del Centro.

17 storie per fare memoria degli oltre 4000 giovani che hanno avuto un approccio e una frequenza nel Centro nei suoi 25 anni di attività. Storie che raccontano la grande volontà e l’impegno, variamente riuscito, di farcela e di riuscire. Storie che raccontano la forte volontà di riallacciare fili che si sono spezzati.

Un libro che unisce giovani e operatori, pischelli che fanno fatica e adulti che pensano di vivere nella normali, in una realtà prossima a ciascuno più di quanto ci si possa immaginare: siamo tutti casi particolari.

Alla presentazione del Libro, moderata da Daniele de Robert, giornalista e Garante Nazionale Detenuti, hanno partecipato l’ Assessore alle politiche sociali della Regione Lazio Rita Visini, il curatore dell’edizione Luca Kocci, il Direttore salesiano del Borgo Ragazzi Don Bosco, Don Stefano Aspettati.

Il Coordinatore del Centro Alessandro Iannini ha presentato l’iniziativa nelle pagine web del Borgo (http://borgodonbosco.it/mi-pentimento-tu/). Ecco le sue parole.

 

 “Era il 2000, anno del grande Giubileo della chiesa cattolica: insieme ai ragazzi del Centro parlammo a lungo delle loro storie, di riconciliazione e di perdono. Uno dei ragazzi scrisse: “Io mi pentimento e tu?” inchiodando, alle proprie responsabilità, il mondo adulto dal quale aveva ricevuto tanto male prima di diventare a sua volta un “delinquente”. Don Alfonso Alfano – di cui il 26 gennaio abbiamo ricordato il primo anniversario della sua morte – con gli operatori di allora, pensò di scrivere un libro con le storie dei ragazzi. Partì dai loro “temi” o componimenti vari, li arricchì con quello che loro stessi avevano raccontato e con il loro percorso al Centro. Per anni andavamo nelle scuole a parlare del libro e dei ragazzi. I nostri stessi pischelli del Centro, di solito allergici ai libri, lo hanno sempre letto volentieri identificandosi in uno o l’altro dei ragazzi di cui era narrata la storia. Ancora oggi nel sussidio che utilizziamo nella fase di accoglienza ne abbiamo inserite alcune che ci permettono di parlare della propria storia personale a partire da quella letta.

In occasione dei 25 anni del Centro abbiamo pensato di riscrivere il libro. Negli anni abbiamo accolto tanti altri ragazzi e potremmo scriverne veramente tante di storie. Abbiamo scelto, con gli operatori di oggi, di sceglierne alcune ed ognuno ha provato a scrivere con il proprio stile, guidato dal curatore Luca Kocci che da giovane studente volontario del Centro, è oggi giornalista e professore di italiano in un istituto tecnico di Roma.

Abbiamo aggiunto un capitolo con la storia del Centro e di come sono cambiati nel tempo i pischelli e le pischelle accolte. Ringraziamo il CNOS/FAP che ha scommesso su questa pubblicazione editandola nella collana “studi, progetti esperienze per una nuova formazione professionale” per la formazione degli educatori e insegnanti.

Il risultato? Se volete chiedete di acquistare una copia (offerta minima 10 euro) alla nostra mail centrodiurno@borgodonbosco.it o chiamando al 06 25212599.

Per chi è interessato siamo disponibili a presentazioni del testo – particolarmente adatto ai ragazzi e agli educatori – anche presso scuole e ambienti educativi”.

Vai al dettaglio Borgo Don Bosco: “Pischelli in Paradiso”… si replica!
Storie di ragazzi e ragazze del Centro Accoglienza Minori don Bosco
ll Centro Accoglienza Minori don Bosco presenta nuovamente il libro "Pischelli in Paradiso" il 23 aprile alle ore 15.00 presso l’Università Pontificia Salesiana. Vai al dettaglio
 
Esci Home