Firenze: inaugurata la «Casa dei sogni di famiglia»

L'opportunità per sei giovani con sindrome di Down di andare a vivere

Dal 31 marzo, la comunità salesiana di Firenze ha voluto condividere il progetto di ospitalità dei ragazzi con sidrome di Down nell’appartamento di via Gioberti, a due passi dal centro storico, all’interno dell’intensa vita parrocchiale, favorendone l’integrazione con la comunità. La struttura è stata inaugurata alla presenza del sindaco di Firenze Dario Nardella e dell’assessore regionale al sociale Stefania Saccardi.

Un'opportunità che permette ai giovani disabili di vivere l’autonomia abitativa non più come un miraggio, ma come un bellissimo e possibile traguardo. 
Al momento la casa ospita sei giovani con sindrome di Down, tra i 23 e i 30 anni, che vivono dal venerdì al martedì senza i genitori, insieme a due educatori che li supportano nelle attività quotidiane.
Matteo, Laura, Edoardo, Lorenzo, Aude, Francesca sono felici di poter vivere quest'esperienza, resa possibile grazie alla generosità dei salesiani, che hanno messo a disposizione gratuitamente l'appartamento composto da due stanze con tre letti ciascuna, una per i maschi e un’altra per le femmine, una grande sala da pranzo e una spaziosa cucina. 

«È bello vivere in autonomia, questa è la nostra famiglia, voglio vivere qui per sempre», dice Laura.  I ragazzi sperano di potersi presto trasferire definitivamente per tutti i giorni della settimana. 


Per approfondimenti: 



 
Salva Segnala Stampa Esci Home