Luca e Camilla a Monaco di Baviera con il DBYN

Esperienze formative, oltre ogni confine

     
Vivere un’esperienza insieme ad altri giovani provenienti da tutta Europa nello spirito salesiano e parlare una lingua comune, è stata per Luca e Camilla, una “full immersion”: un’occasione di crescita integrale per conoscere nuove realtà e vivere a pieno l’incontro con l’altro. 
La loro testimonianza è l’invito, rivolto a tutti i giovani, a saper accogliere le tante e preziose proposte offerte nelle nostre case e a viverle con fede, allegria e coraggio.


Ciao a tutti, siamo Luca e Camilla, due animatori del Borgo Ragazzi Don Bosco. 
Abbiamo partecipato ad un campo estivo a Monaco di Baviera. Un campo come quelli che facciamo noi (Base, Bosco, Bivio, Biblico, ecc..) sul come diventare guide spirituali. La differenza è che questa volta dovevamo parlare inglese perché noi partecipanti provenivamo da tutta Europa! Ovviamente parlare un’altra lingua non è stato sempre semplice, ma noi non ci siamo abbattuti… anzi! siamo migliorati giorno dopo giorno (Ai am Camilla, auariu?). 

Durante il campo abbiamo affrontato molti temi interessanti. Ciò che ci ha particolarmente incuriosito è stato l' “inter religious dialogo” cioè il dialogo tra diverse religioni. 
Siamo stati davvero fortunati a partecipare a quest’incontro, perché abbiamo avuto la possibilità di ascoltare alcuni ragazzi musulmani che ci hanno dato delle risposte esaurienti per capire e conoscere meglio la loro religione.
Un esempio? La parola ISLAM è strettamente collegata alla parola SALĀM, cioè pace!

E' stato illuminante vedere quante cose in fondo ci accomunano... anche loro come noi credono all’inferno e al paradiso, anche loro credono che Dio abbia creato l’universo e noi uomini. 

La testimonianza della ragazza musulmana ci ha aiutato a riflettere in modo ancora più profondo perché ci ha spiegato come è maturata la sua scelta di mettere il velo. SCELTA. Nessuna pressione, nessun obbligo come magari può frettolosamente sembrare ai nostri occhi occidentali.
Una scelta di amore e devozione verso il proprio Dio, che alla fine è un po' quello che facciamo noi quando ci vestiamo più eleganti la domenica per andare a messa. E pensare che eravamo arrivati lì con un’idea dell'ISLAM e della donna musulmana secondo il ritratto tipico che ci viene proposto dai media! 

Questa esperienza ci ha lasciato un dolce ricordo, un po’ più di pace e di speranza nel cuore. E di cuore, ringraziamo DBYN (Don Bosco Youth Net) per averci dato questa occasione che ci sentiamo di consigliare ad altri giovani. 




 
Salva Segnala Stampa Esci Home