Rod El Farag

Esperienze missionarie alla casa salesiana di Rod El Farag

Quartiere di Rod el-Farag

E’ un quartiere di 4 milioni di abitanti, molto povero, situato vicino la riva del Nilo. La maggioranza della popolazione è cristiana (circa il 65%) e vive in una delle più grandi discariche egiziane, lavorando alla differenziazione e vendita dei rifiuti.

Istituto Salesiano di Rod el-Farag

Fondata nel 1926 come scuola per i figli dei coloni italiani, dagli anni ’70 la scuola è aperta anche agli egiziani e rilascia un titolo italiano. Accoglie 804 alunni, divisi tra l’istituto tecnico industriale paritario, con 5 indirizzi (elettrotecnico, meccanico, elettrico, motoristica tornitura, tornitura saldatura), e la scuola professionale paritaria. Sono previsti corsi serali, non formali, aperti a circa 4.000 ragazzi, giovani e adulti. E’ una delle scuole di eccellenza di tutto l’Egitto. Gli studenti diplomati come periti tecnici o industriali hanno un alto livello di istruzione paragonabile ad un laureato in ingegneria presso un’università statale. Le aziende europee che lavorano in Egitto investono molto in questa scuola, contribuendo alla formazione e alla preparazione dei giovani che facilmente trovano lavoro. L’Istituto si sostiene tramite le rette degli studenti, i contributi dei corsi serali (circa 600,00€ annui), le donazioni di benefattori e i progetti.

L’oratorio ha un ampissimo cortile con campi da gioco. E’ frequentato da circa 300 ragazzi, tutti egiziani cristiani, soprattutto il venerdì e la domenica.

Le testimonianze

Vai al dettaglio Parola d’ordine: Habibi (حَبيبي)
La bellezza dello stare in mezzo ai ragazzi con spontaneità
Per ogni sguardo in metro che ti fa sentire diverso, c’è un bambino in cortile che ti abbraccia e per ogni volta che ti senti straniero per le strade c’è un “habibi” che ti risolleva (habibi in arabo vuol dire “ti voglio bene”) Vai al dettaglio
Vai al dettaglio Certe volte è vero...
Gli insegnanti di italiano in Egitto
Ogni insegnante cerca di essere come il buon “Seminatore”, deposita un piccolo seme e se ne prende cura quotidianamente con la speranza che un giorno qualcun’altro possa raccogliere i frutti. Vai al dettaglio
Vai al dettaglio Una 'brof.' a fine esperienza
Risonanze dopo un mese al Cairo
Lasciare tutti e tutto con un grande senso di gratitudine Vai al dettaglio
Vai al dettaglio Conoscete don Bosco?
Un'occasione per conoscere chi dà il nome alla scuola
Oggi ragazzo entrato al "Don Bosco" de Il Cairo è entrato a far parte di una grande famiglia Vai al dettaglio
Vai al dettaglio E' difficile
a Il Cairo - Egitto
Quest’espressione torna spesso nel nostro parlare, nella nostra mente, nel nostro cuore, la condividiamo  Vai al dettaglio
Vai al dettaglio Educare è anche pulire
una mattinata al Cairo Rod El Farag
armati di scope e stracci  Vai al dettaglio
Vai al dettaglio Ora ed labora
Declinazione egiziana e salesiana del motto benedettino
I missionari italiani si sono presi una giornata tutta per loro scandita secondo i ritmi benedettini dell’ora et labora Vai al dettaglio
Vai al dettaglio Imparare
Il Cairo - Don Bosco, martedì 25 luglio 2017
La parola di oggi è imparare, non solo a scuola, ma, soprattutto, nella vita ad aprirsi senza pregiudizi e stereotipi. Vai al dettaglio
Vai al dettaglio un corso intensivo
L'Italiano in Egitto
Prosegue il lavoro dei volontari e dei missionari in Egitto Vai al dettaglio
Vai al dettaglio La colomba sta comunque sopra
Una lezione da Rod El Farag
Lucas, 8 anni, frequenta l'oratorio di Rod El Farag e, come il fratello Morcos, ama dipingere. Vai al dettaglio
elenco da 1 a 10 di 22 1 2 3  avanti 
 
Esci Home