La funzione sociale e l’attenzione ai più bisognosi

I percorsi scolastici sono aperti ad una pluralità di esperienze e possono essere coordinati dalla scuola con sbocchi anche fuori di essa. Gli educatori accompagnano l’inserimento dei giovani nella realtà, in collaborazione con enti e agenzie educativo/formative. L’inserimento pieno dei giovani nella vita locale e l’assunzione da parte loro di responsabilità rappresentano una meta del cammino di educazione integrale nella scuola salesiana. Le nostre scuole si propongono di contribuire alla costruzione di una società più giusta e degna dell’uomo. Per questo:

  • cercano di ubicarsi nelle zone più popolari e danno preferenza ai giovani più bisognosi;

  • denunciano ogni condizione discriminatoria o realtà di esclusione;

  • privilegiano il criterio dell’accompagnamento di tutti su quello della selezione dei migliori;

  • promuovono una sistematica formazione sociale dei loro membri;

  • privilegiano l’inserimento equo dei giovani nel mondo del lavoro e il loro accompagnamento educativo, mantenendo un sistematico contatto con il mondo delle imprese;

  • diventano centri di animazione e di servizi culturali ed educativi per il miglioramento dell’ambiente, privilegiando quei curricoli, specializzazioni e programmi che rispondono alle necessità dei giovani della zona (cfr. CG21, nn.129, 131);

  • praticano la vicinanza e la solidarietà, con la disponibilità delle persone e dei locali, l’offerta di servizi di promozione aperti a tutti, la collaborazione con altre istituzioni educative e sociali;

  • promuovono una presenza significativa nel mondo degli ex-allievi perché si inseriscano in modo attivo e propositivo nel dialogo culturale, educativo e professionale in atto nel territorio e nella Chiesa locale.

 
Esci Home