Firenze, più allievi nella scuola dei Salesiani

Una presenza educativa in un contesto di molteplici offerte per i giovani.

Come tradizione di tante presenze salesiane, anche la presenza dei Salesiani a Firenze in Via del Ghirlandaio offre molteplici attività: un Istituto scolastico, Parrocchia-Oratorio, la Sala Esse con prevalente programmazione cinematografica, l’ Unione Sportiva Sales, un servizio di ospitalità come Casa per ferie nella stessa città e un’altra a Castagno d’Andrea.

A settembre, ancora una volta, ha ricominciato a suonare la campanella che da il ritmo alle attività dell’ Istituto scolastico.

La Casa salesiana infatti è arricchita dalla Scuola paritaria che comprende la Scuola Media, il Liceo Scientifico, il Liceo di Scienze umane.

ll nuovo anno scolastico inizia con un aumento degli studenti sia per quanto riguarda la scuola secondaria di primo grado che per i licei scientifico e delle scienze umane – afferma il Preside Prof. Stefano Liccioli .- Segnali positivi che devono essere consolidati e che c'incoraggiano a lavorare sempre meglio.”

La presenza nell’ambito scolastico della Congregazione salesiana risale ai primi tempi delle Opere fondate da Don Bosco e in un continuo impegno al rinnovamento per affrontare con entusiasmo e passione educativa le sfide che sempre si presentano.

Quali dunque gli obiettivi immediati di questo rinnovato impegno ? Risponde ancora il Prof Liccioli: “Far sentire agli studenti ed alle loro famiglie quanto ci sta a cuore compiere insieme un percorso di crescita umana integrale, continuare a puntare sull'alta qualità dell'offerta formativa per una scuola sempre al passo con i tempi: sono solo alcune delle sfide che abbiamo di fronte e che richiedono impegno e coraggio”

Come ogni inizio d’anno non sono mancati alcuni avvicendamenti tra i docenti, specie per l’incarico assunto nella scuola statale. Precisa il Preside: “ Per molti di loro una scelta sofferta quella di lasciare il nostro istituto, sicuri di rimpiangere il clima familiare e di serena collaborazione che contraddistingue le case salesiane e dunque anche le scuole”.

Un nuovo anno dunque per testimoniare la volontà di continuare a offrire educazione e cultura nella scuola, oltre le immancabili difficoltà, senza dimenticare che nella educazione le difficoltà sono nuove sfide e occorre stare attenti perché, come dice Papa Francesco, non sia rubata la speranza.


 
Salva Segnala Stampa Esci Home