Veglia contro la tratta di persone

Roma - 6 febbraio 2016 - preghiere, canti e riflessioni. Presiede Monsignor Guerino di Tora

La Chiesa Cattolica e le organizzazioni della società civile si mobilitano per la seconda Giornata Mondiale ecclesiale contro la tratta di persone. Si tratta di un fenomeno di vaste proporzioni, che coinvolge milioni di persone che al giorno d’oggi sono vittime di sfruttamento a vario titolo.

 La manifestazione, che si terrà il prossimo otto febbraio in tutta Italia, sarà composta da una serie di iniziative di preghiera e sensibilizzazione. Obiettivo è creare una vera e propria consapevolezza del fenomeno e, contemporaneamente, dare risposte con azioni concrete e innovative. La giornata si inserisce inoltre a pieno titolo all’interno dell’Anno Giubilare.

Non fa eccezione la Basilica del Sacro Cuore in Castro Pretorio – a Roma.  

Sabato 6 febbraio, dalle ore 20:00 alle ore 22:00, la chiesa fondata da Don Bosco ospiterà una veglia di preghiera. La celebrazione sarà presieduta da Monsignor Guerino di Tora, Presidente della Commissione Migrantes della CEI. Sarà vissuta con preghiere, canti, riflessioni e testimonianze. Si concluderà con un breve pellegrinaggio alla Porta Santa della Casa della Carità di via Marsala, dove verrà espresso il bisogno di purificazione e misericordia e un rinnovato impegno per la liberazione degli schiavi di oggi.

Le manifestazioni proseguiranno, per quel che riguarda la capitale, il 7 febbraio con la Celebrazione dell’Eucarestia nella Chiesa di Santo Spirito in Sassia (via dei Penitenzieri – 10:45) e la Preghiera dell’Angelus in piazza San Pietro.

Lunedì 8 febbraio, nella festa liturgica di Santa Bakhita, ci saranno momenti di celebrazioni e preghiere in tutte le comunità religiose, negli istituti e nelle scuole.

Tutti i materiali per la sensibilizzazione e per le celebrazioni sono disponibili nel sito di Migrantes (www.migrantes.it) e Slaves no More (www.slavesnomore.it)

 
Salva Segnala Stampa Esci Home