Ciò che fa la differenza

Livorno, quattro storie di giovani diverse dalle nostre

   Yacoub, Fatao, Moutawakilou e Mohin, quattro nomi, quattro volti, quattro storie che da poco più di 15 giorni sono venuti finalmente ad intrecciare anche le nostre storie. Dopo tanta attesa e preparazione finalmente il sogno di aprire le porte della nostra comunità è divenuto concreto grazie alla vita di questi quattro ragazzi venuti ad incontrare le nostre storie. Giunti in Italia nei modi più diversi, arrivati carichi di attesa e di speranza questi quattro giovani sono davvero un dono grande per ciascuno di noi perché rappresentano la possibilità di uno sguardo nuovo sul quotidiano, uno sguardo che prova a non guardare più solo davanti ma anche accanto a se.
Non vi nascondo che è proprio bello incontrarli durante la giornata in mezzo ai nostri cortili, vedere come si danno da fare per rendersi utili e provare in questo modo a dimostrare tutta la loro dignità di uomini, quella grandezza d’animo propria di chi si rende conto che se la vita regala una possibilità nuova questa possibilità bisogna sfruttarla fino in fondo. Pensavo di raccontarvi qualcosa di loro ma in realtà, alla fine nello scrivere ho deciso di non farlo, perché per conoscerli davvero bisogna guardarli negli occhi ed ascoltare i loro racconti dalla loro viva voce.
E allora invece di un racconto vi lancio un invito: perché non passare qui in casa a conoscerli? Basta fare un giro nel pomeriggio e qualcuno lo trovate di certo in mezzo ai nostri ragazzi. Come ha detto più volte il nostro amato Papa Francesco incontrandoli ci si rende conto di quante precomprensioni siamo stati capaci di creare, la loro presenza per noi non è un problema, ma un dono grande perché sono capaci, senza rendersene davvero conto, di portarci un po’ più in là e sperimentare così quella condivisione che ha il profumo fragrante del pane appena sfornato e la pienezza di gusto del vino sapientemente conservato.
Yacoub, Fatao, Moutawakilou e Mohin quattro vite diverse dalle nostre per il semplice motivo che ogni vita è un dono inimitabile, quattro volti diversi dai nostri, ma pur sempre quattro cuori che battono come i nostri ed è proprio questo che fa la differenza.

a cura di don Francesco Galante

 
Salva Segnala Stampa Esci Home